Blog post

UN PENSIERO FELICE

Anche questa è fatta. Un altro gradino salito in questa scala ripidissima che è la vita.
E in questa stanza a due letti, con te che dormi e ti lamenti, penso a quanto sia tutto piccolo e insignificante rispetto a te. Al tuo benessere. Alla tua sicurezza.
Quanto tutti i nostri problemi, le nostre ansie, le nostre paranoie, si trasformino in un mucchietto di sabbia al cospetto della parola “FIGLI”.
Tutto il resto è noia. Solletico.
È quando ci toccano questi nostri “derivati”, per quanto ribelli, irrispettosi, lagnosi, capricciosi, disubbidienti, adolescenti in calore, che andiamo fuori di testa. E ci andiamo nonostante la logica e la razionalità cerchino di trattenerci a forza.
Perché essere mamma implica emotività, ipersensibilità, irrazionalità.
Il contrario di tutto.
E tu continui a dormire.
Quando ti hanno portato via ti hanno detto di pensare a qualcosa di bello, un pensiero felice che ti accompagnasse in questo sonno indotto. Profondo.
E tu hai detto OK.
E io avrei voluto vivisezionare quell”OK per scoprire quel pensiero felice.

Dimmi amore, cosa hai voluto sognare?
Posso immaginare? 💙

Riposa amore. E continua a sognare il tuo sogno bellissimo

Commenta questo post

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post precedente Post successivo